Evasione ordini

Mar, 10/10/2017 - 15:11

Nonostante ogni compagnia che vendeprodotti direttamente ai consumatori attraverso posta deve fare i conti con l’evasione degli ordini, questo termine viene più spesso associato all’e-commerce. Non appena il vostro sito web viene attivato –e nel frattempo già si accumulano tanti ordini—avrete bisogno di un modo per evadere e spedire con prontezza questi ordini. Gli imprenditori possono affidare in outsource la procedura di evasione e distribuzione, oppure possono svolgerla internamente. 

Le compagnie di evasione ordini a 360˚offrono fino a soluzioni end-to-end: Prendono i vostri prodotti dai ripiani dei magazzini, li imballano, li consegnano ai corrieri e procedono con l’invio di una risposta automatizzata via email ai vostri clienti informandoli che il loro pacchi sono in transito. Inoltre, possono gestire le vostre transazioni con carta di credito, fornire gli attuali livelli di inventario sul vostro sito web, ri-ordinare i prodotti, offrire servizi di centralino, inviare notifiche di spedizione e gestire i resi. Vi sono letteralmente migliaia di compagnie di questo tipo tra cui scegliere, ma gli esperti avvertono che il miglior modo per trovare quella che corrisponde alle vostre esigenze è tramite passaparola. Chiedete gli amici esperti di computer oppure parlate con chi si occupa della gestione del vostro sito web e chiedetegli qualche riferimento. 

Se utilizzate la vostra compagnia di hosting per funzioni di carrello acquisti e carta di credito, oppure fate tutto internamente, potete utilizzare alcune opzioni delle compagnie di evasione ordini –ad esempio pick and pack, gestione dei resi e supporto del servizio clienti.  Se, invece, il numero di spedizioni da gestire è piccolo, potete voi stessi portare a termine gli ordini. 

A questo scopo è opportuno affidarsi alle compagnie di spedizione più grandi –Federal Express, UPS o il Servizio Postale degli USA—dato che sono considerate più affidabili. Tutti questi corrieri offrono software scaricabile dai loro siti web che vi permette di tenere traccia degli ordini dei clienti al fine di avviare immediatamente le spedizioni. Nonostante ciò, lo svantaggio è che occorre rivolgersi all’ufficio postale del luogo al fine di spedire i pacchi, oppure organizzare il ritiro tramite la compagnia di consegne di vostra scelta. 

Conviene, dunque, affidare in outsource? Un esperto di distribuzione e logistica via e-commerce suggerisce che l’esternalizzazione (outsourcing) a una compagnia di evasione ordini ha senso a livello economico solo se l’imprenditore dispone di più denaro che tempo. Se, invece, si è a corto di contanti la scelta migliore sarebbe gestire tutto in proprio. Se, però, si possono guadagnare più soldi investendo il proprio tempo altrove, allora l’outsourcing sarebbe una valida scelta. 

Dunque, prima di scegliere la compagnia di evasione ordini, bisogna assicurarsi che essa voglia gestire il lavoro di una compagnia piccola (molte lo respingono) e che sia affidabile. E indipendentemente dal tipo di operazione di evasione ordini che si organizzi, il costo non dovrebbe superare il 10 per cento delle vendite, più i costi attuali di spedizione.